Iscrizioni – Supervisione Inter Pares

Sappiamo tutti quanto sia importante e utile la supervisione nel lavoro psicoterapeutico.

Ci sono situazioni che beneficiano di un confronto tra pari, ad esempio quando non riusciamo a gestire con la tranquillità necessaria oppure pensiamo che tutto vada bene e all’improvviso qualcosa, che ci era sfuggito nella relazione con il paziente, emerge e mette a rischio tutti gli sforzi fatti fino a quel momento.

A volte ci troviamo anche a fare i conti con i drop out, con i relativi vissuti di fallimento.

Per aiutare e sostenere il lavoro terapeutico, l’ADIRPPI propone la Supervisione Inter Pares.

La Supervisione Inter Pares aiuta a rispondere a queste domande, che sono anche fisiologici obiettivi di ogni nostro intervento:

  • “quali sono le caratteristiche del paziente o del contesto sul quale sono chiamato ad intervenire?” (dimensione “diagnostica”)
  • “quali strategie posso adottare per migliorare la situazione o per uscire da una situazione critica o di impasse?” (dimensione “intervento e prassi psicoterapici”)
  • “come posso verificare l’efficacia delle strategie adottate?” (dimensione “verifica”)

 

L’obiettivo principale della Supervisione Inter Pares, che rende possibile il raggiungimento dei tre obiettivi precedenti, è aiutare il terapeuta a comprendere in quale modo lui si pone, interagisce, pensa, reagisce, cioè vive quel paziente o quel contesto di intervento, perché solo attraverso l’acquisizione di questa consapevolezza si possono operare scelte ragionevolmente utili, praticabili ed efficaci.

La Supervisione Inter Pares ha le seguenti caratteristiche:

  • Si svolge in gruppo
  • Possono partecipare psicoterapeuti (in formazione o già diplomati) di ogni indirizzo teorico, oltre ovviamente a psicologi e psicologhe
  • Ogni partecipante è sia portatore di una domanda (il proprio caso da supervisionare) sia fornitore di risposte, perché contribuisce all’analisi del caso altrui e all’individuazione di strategie funzionali per la sua gestione e progresso
  • Il terapeuta conduttore della supervisione non si pone come centro dell’attività del gruppo, ma ha la funzione di coordinarne e ottimizzarne il lavoro, di raccogliere e ordinare in forma organica e fruibile per il supervisionato i contributi dei partecipanti
  • È utile nella supervisione sia di interventi in contesti privati (studio) sia in contesti allargati (cooperative, scuole, etc.)
  • Ha una frequenza mensile

 

I punti di forza della Supervisione Inter Pares sono quindi:

  • Dimensione gruppale. Il gruppo fornisce un supporto di grande qualità e ricchezza
  • Terapeuta conduttore. Favorisce i processi del gruppo che ne traducono le potenzialità in pensieri fruibili e utili al supervisionato, ma anche alla totalità dei partecipanti
  • Adattabilità del metodo della supervisione a differenti contesti
  • Valorizzazione del contributo fornito da ogni partecipante
  • Questa forma di supervisione cerca di incentivare il confronto tra differenti approcci terapeutici, nella convinzione che l’integrazione tra approcci sia un fondamentale valore aggiunto nella formazione e nell’aggiornamento professionale

 

La Supervisione Inter Pares è quindi uno spazio nel quale la difficoltà, il problema, l’impasse non è vista come ostacolo in sé, ma piuttosto come opportunità di riflessione in gruppo, utile al supervisionato e ad ogni partecipante, per acquisire consapevolezza sul proprio stile psicoterapico e per compiere scelte professionali intelligenti e strategiche.

 

Sede

Adirppi, C.so Vittorio Emanuele II n° 305, Roma

 

Incontri di Supervisione:

Sabato 14 Ottobre ore 11.00

Sabato 28 Ottobre ore 11.00

Sabato 25 Novembre ore 11.00

 

Modalità di iscrizione:

I primi tre incontri di supervisione annui sono inclusi nella quota di Iscrizione Annuale in qualità di Socio Adirppi.

Le modalità utili per proporre la propria adesione sono disponibili nella sezione “Come Associarsi”.

Allegati




Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *